DIS, tradizione e innovazione per una scarpa perfetta

dis

DIS, tradizione e innovazione per una scarpa perfetta

dis  DIS-DesignItalianShoes-THECLUB-byYuriCatania-20

Oggi vi raccontiamo come un’idea innovativa, guidata dal digitale, sia in grado di ripensare e rompere i tipici schemi dei processi produttivi e di mercato.

Al centro di questa idea c’è la tradizione artigianale affiancata ad “Internet”, il risultato? La creazione di una scarpa personalizzata in 3D attraverso degli step interattivi e in 4 settimane la scarpa può essere indossata, dove in seguito ne daremo spazio.

La nuova sfida che crea valore

Gli imprenditori del calzaturiero italiano sono ormai pronti a raccogliere la sfida delle nuove tecnologie, in particolare dell’ecommerce. Il Team DIS, capeggiato dai Fratelli Carpineti, ha trasformato questa sfida in opportunità cercando di raccontare la straordinaria eccellenza artigianale Made in Italy a tutti i consumatori stranieri e aumentarne la percezione positiva di chi già conosce questa maestria.

I clienti appassionati dei valori del made in italy si scambiano opinioni e consigli su come creare la loro scarpa DIS perfetta, sentendo unica la propria calzatura da mostrare con orgoglio ai propri amici.

 

L’emozione della creazione

Il cliente è il vero artefice del processo di creazione della sua calzatura attraverso il sito internet www.designitalianshoes.com/it. La sua produzione lo porta ad essere designer per una volta, a costruire qualcosa di cui sentirà orgoglioso di indossare e non importa il tempo trascorso davanti ad uno smartphone o PC, ma l’emozione della creazione! In aiuto interviene il configuratore 3D (un potente motore web ossia una bacchetta magica che interpreta i nostri gusti al fine di creare scarpe diverse). E’ possibile scegliere fra differenti modelli di calzature, personalizzando la scarpa in ogni sua parte, selezionando il materiale con cui verrà realizzata, la suola, il colore, i lacci, ecc. dando vita ad oltre 45 milioni di diverse combinazioni e attraverso la sua area privata, è in grado di salvare le sue creazioni, modificarle, registrare la taglia e seguire lo stato dell’ordine.

Lo scegliere il prodotto ideale diventa un rito, dalla misurazione del piede alla scelta di ogni piccolo accorgimento, fino all’incisione del proprio nome o iniziali.

Il cliente si sente libero nella creazione e questo processo, che lo diverte, fa sì che la tecnologia si combina con l’artigianalità favorendo un servizio innovativo “made to order”, che azzera le distanze tra fra cliente e artigiano grazie a rendering fotorealistici della calzatura ordinata.

 

L’artigiano nell’era digitale

Gli artigiani, che realizzando parti intermedie della calzatura, sono diventati partner, perché hanno accettato il modello di business cambiando mentalità, continuando a concentrarsi sostanzialmente sul lavoro che sono abituati a fare da sempre. La tecnologia messa a loro disposizione, è stata essenziale al fine di favorire il loro lavoro rendendolo più efficiente e meglio organizzato. Essere artigiano significa saper interpretare esigenze concrete, mettere le proprie conoscenze al servizio della nascita di un’idea, alla stessa stregua dell’architetto che deve progettare sia la parte tecnica che quella artistica.

 

L’importanza della ricerca per una calzatura da un Design elevato

Un attento lavoro di ricerca viene continuamente svolto per il recupero di modelli che hanno scritto la storia e oramai intramontabili, definiscono le linee di design che poi saranno riproposte in chiave moderna, attualizzati nelle forme e nei dettagli.

Una scarpa da un elevato design di qualità richiede un grande lavoro di ricerca sui materiali utilizzati nella realizzazione dei prodotti, dall’alta qualità del cuoio e dei pellami, alla leggerezza delle suole per calzature fino alla produzione di stampe e texture esclusive che rendono immediatamente riconoscibili le calzature DIS.

Anche la natura nell’universo DIS è fonte di ispirazioni per i colori degli elementi naturali che caratterizzano le sfumature dei pellami utilizzati per le calzature, cosi come le linee anche il design parte sempre dalle linee tracciate sulla forma, che vengono poi successivamente renderizzate al computer in 3d, creando un alter ego virtuale in tutto e per tutto uguale al modello reale.

 

Nuovi orizzonti, nuove opportunità per DIS

DIS è uomo classico, formale ed avanguardista, questa è l’immagine che viene focalizzata ad oggi e che rappresenta quote importanti del fatturato.

L’azienda vuole rafforzare il suo brand con l’introduzione di una linea sportiva, per i momenti più casual, e di una collezione donna, facendo dello stile un concetto individuale, sempre attuale e sconnesso da ogni moda. Sono state pensate e inserite nello store le linee di accessori in pelle e cinture che si abbinano perfettamente alle calzature ed ai gusti del cliente.

Le scarpe dell’universo DIS sono delle vere e proprie tele bianche decorate ed interpretate secondo il gusto raffinato del cliente più esigente.

 

Il settore calzaturiero italiano è erede di un grande patrimonio di artigianalità e competenze che devono esser sfruttate come leva competitiva globale.

L’innovazione tecnologica cresce parallela alla creatività e i due valori diventano complementari, facendo emergere la nuova figura dell’artigiano digitale in grado di sviluppare la capacità manuale con le nuove tecnologie. L’evoluzione passa dai canali social, dall’e-commerce e dalle nuove tecnologie attraverso le quali è necessario creare un racconto nuovo ed emozionale per trasmettere la grandezza della tradizione e della qualità.

Il team DIS, ha realizzato qualcosa di epocale riuscendo ad accontentare le richieste dei “nativi” digitali, ossia quella di creare un prodotto comune ma personalizzato con tanti accessori da combinare assieme, al fine di costruire la scarpa perfetta attraverso un iter facile e alla porta di tutti, insomma “user friendly”! Non stiamo parlando solo di un sito internet o di configuratore 3D, ma di un progetto ancor più ambizioso con l’obiettivo di collegare soggetti diversi ma interattivi della filiera: fornitori, artigiani, distributori e clienti.

Share this post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *